}

lunedì 22 dicembre 2014

Lungo la via



Nell’estate del 1991, dopo essermi diplomata, partii per un viaggio senza meta precisa.
Non poteva essere tutto lì, nella piccola città in cui vivevo da sempre; me lo ripetevo spesso e, un venerdì mattina di metà luglio, decisi che era arrivato il momento di andare via e cercare qualcosa di più, qualcosa che mi facesse sentire, se non felice, almeno viva.


giovedì 11 dicembre 2014

Nuova recensione a 4 stelle per "Salvami".

4.0 su 5 stelle Il ruolo salvifico dell'amore 11 dicembre 2014
Formato:Formato Kindle|Acquisto verificato
Un libro candido, dolce, che ha dalla sua la semplicità e la bellezza della giovinezza, la vera protagonista insieme all'amore delle vicende in esso descritte.
Il sentimento in "Salvami" è incontro fra due personalità molto diverse che trovano un punto d'accordo nella comune ricerca dell'amore, nel bisogno di essere sostenute, capite, accolte ,che è poi universale.
Lo stile fluido e scorrevole fa di questa prova letteraria una lettura piacevole e non impegnativa che ha, al contempo, il pregio di risvegliare i buoni sentimenti del lettore, sottolineando, al contempo, come l'amore, quello vero, possa svolgere un ruolo salvifico nei confronti di chi ha la fortuna, il coraggio e la volontà di viverlo.

Servizio su "Non riesco a saziarmi di libri".

Grazie a Francesca Giuliani per questo servizio sul suo sito:

/http://nonriescoasaziarmidilibri.com/2014/12/11/silvia-giaccioli-e-i-suoi-quattro-romanzi-damore/

mercoledì 3 dicembre 2014

"Complice la notte" di Katie McGarry



Dopo il romanzo "Oltre i limiti", Katie McGarry ci racconta
la storia di Lila, la migliore amica di Echo, e Lincoln. I due
si incontrano al funerale del fratello di Echo, e capiscono subito
che qualcosa di speciale li lega.
Dato che abitano in città diverse, cominciano a scriversi delle lettere
per tenersi in contatto e, tramite quelle lettere, nasce un sentimento
incredibilmente forte. Quando, però, Lila scopre che Lincoln le ha
raccontato una bugia sulla sua ammissione al college, decide di
interrompere i rapporti. Lincoln, tuttavia, non intende rinunciare a
Lila, e la raggiunge a casa sua per cercare di sistemare le cose.
Ho trovato questa novella assolutamente deliziosa, tenera, toccante.
Non perdetevela, è un piccolo capolavoro.

martedì 2 dicembre 2014

Sonetto 18. William Shakespeare.

Ti comparerò dunque a giornata d'estate?
Tu sei ben più leggiadra e meglio temperata:
Ruvidi venti sferzano i soavi boccioli di maggio
E il termine d'estate troppo ha breve durata;
Troppo ardente talvolta splende l'occhio del cielo,
E sovente velato è il suo aureo sembiante,
E ogni bellezza alla fine decade dal suo stato,
Spoglia dal caso, o dal mutevole corso di natura:
Ma la tua eterna estate non potrà mai svanire
Né perdere il possesso delle tue bellezze,
Né la Morte vantarsi di averti nell'ombra sua,
Poiché tu crescerai nel tempo in versi eterni.
Sin che respireranno uomini, e occhi vedranno
Di altrettanto vivranno queste rime, se a te daranno vita.