}

giovedì 16 ottobre 2014

Romeo e Giulietta

Vieni, o notte, vieni, o Romeo, tu che sarai il giorno nella notte, poiche' riposerai sulle ali della notte, piu' bianco che recente neve sul dorso di un corvo.Vieni, o gentile notte, vieni, o amabile notte dalla nera fronte, dammi il mio Romeo; e quando egli morra', prendilo e taglialo in piccole stelle, ed egli rendera' cosi' bella la faccia del cielo che tutto il mondo s'innamorera' della notte, e non prestera' piu' nessun culto all'abbagliante sole.

William Shakespeare

Nessun commento:

Posta un commento