}

giovedì 28 novembre 2013

Orgoglio e pregiudizio

 "Si trovarono a una ventina di iarde uno dall'altra,
 e il suo apparire era così improvviso, ch'era ormai
 impossibile evitare il suo sguardo. Subito i loro occhi
 s'incontrarono e a ciascuno il viso avvampò del più
 intenso rossore. Egli ebbe un vero e proprio soprassalto
 e per un attimo sembrò immobilizzato dalla sorpresa."

Jane Austen, da "Orgoglio e pregiudizio"

Risultati immagini per orgoglio e pregiudizio
"Orgoglio e pregiudizio" è uno dei miei romanzi preferiti di sempre.
Trovo che sia una delle storie più romantiche di tutta la letteratura e il
modo in cui Jane Austen riesce a descrivere i sentimenti dei due protagonisti
è divino, ma non solo, l'autrice riesce anche a proporre uno spaccato
incredibilmente preciso e azzeccato della società in cui vive, e lo fa
con un'ironia disarmante.
Un esempio perfetto è proprio l'incipit del romanzo:

"È cosa nota e universalmente riconosciuta che uno scapolo in possesso di un solido patrimonio debba essere in cerca di moglie. E benché poco sia dato sapere delle vere inclinazioni e dei proponimenti di chi per la prima volta venga a trovarsi in un ambiente sconosciuto, accade tuttavia che tale convinzione sia così saldamente radicata nelle menti dei suoi nuovi vicini da indurli a considerarlo fin da quel momento legittimo appannaggio dell’una o dell’altra delle loro figlie."

Questo romanzo non può mancare nella biblioteca di ogni appassionata lettrice o lettore.

mercoledì 27 novembre 2013

lunedì 25 novembre 2013

Da "Un inverno a Klamath Falls"



Io e Mike salimmo al piano di sopra. Quando aprii la porta mi venne quasi da ridere: la mia stanza non era mai stata più pulita e in ordine.
Mike, appena entrato, corse subito verso la mia collezione di cd. Ero un’appassionata di musica e, se qualcuno metteva piede in camera mia, lo capiva subito.
<<Wow, hai un sacco di cd! E vedo che hai buon gusto!>>, gridò Mike entusiasta, prendendo in mano un cd dei Nirvana.
<<Immaginavo che ti piacessero i Nirvana, del resto sei di Seattle…>>.
<<Hai ragione, qualsiasi adolescente di Seattle adora i Nirvana...ma tu? Non ti facevo una rockettara e invece qui hai: Guns n’ Roses, Aerosmith, Green Day, Pearl Jam…>>.
 Sembrava proprio sorpreso.
<<Sono una ragazza tranquilla, ma, dentro, mi sono sempre sentita un po’ inquieta; così, dopo una giornataccia a scuola, non c’è niente di meglio che sfogarsi con un po’ di rock…>>.
Mike si avvicinò a me e mi abbracciò.
<< Spero che vicina a me tu non ti senta inquieta…>>.Mi sussurrò.                  
<<Veramente, vicino a te mi sento molto inquieta…ma in senso buono>>.
Ci baciammo, a lungo, intensamente. Le cose cominciavano a diventare complicate per me; non avevo mai provato un’attrazione tale verso qualcuno, ma non volevo che le cose mi sfuggissero di mano, considerato da quanto poco tempo conoscevo Mike.
Nonostante queste sensazioni, mi sentivo comunque tranquilla accanto a lui, perché ero sicura che non mi avrebbe mai spinta a fare niente che non volevo. Era sempre molto rispettoso e questo era ciò che preferivo del suo modo di essere. Era totalmente diverso dagli altri ragazzi, poteva sembrare banale, ma era così.                            
<<Se tua madre ci trova a baciarci così mi butta fuori e non mi fa più rientrare…>>.
Mike sembrava avere più autocontrollo di me.                                                
<<Hai ragione… ma, quando sono così vicina a te, non capisco più niente…>>. Mi vergognavo un po’, avrei dovuto essere io a frenarlo.
<<Se vuoi saperlo, a me basta pensarti per non capire niente… sei sempre nella mia testa, vedo sempre e solo il tuo viso e…il tuo corpo…a volte penso che tu sia troppo bella per me>>. Non credevo a ciò che sentivo.
<<Cosa? Ma se io ho paura che tu ti accorga da un momento all’altro che non ho niente di speciale!>>.
<<Questa è un’assurdità; quando ero a Seattle mi sono chiesto spesso come fossi diventata, ogni volta che uscivo con qualcuna pensavo solo come sarebbe stato rivederti e uscire con te…quando ti ho rivista, poi…sei più bella di quanto avrei potuto mai immaginare>>. Ero ipnotizzata; sapere che Mike aveva fantasticato spesso su di me mi faceva sentire la ragazza più fortunata del mondo. Lo abbracciai, come per ringraziarlo di quelle parole.

mercoledì 20 novembre 2013

Il segreto del bosco. Night School



"Il segreto del bosco" è il primo volume della saga "Night School", di C.J. Daugherty.
Allie Sheridan, adolescente problematica, viene mandata dai suoi genitori
in una scuola per ragazzi difficili, la Cimmeria Academy; la ragazza si ambienta
velocemente e conosce due ragazzi che la incuriosiscono: Carter e Sylvain.
 Allie, però, si accorge presto che la Cimmeria nasconde qualcosa e, di notte,
si aprono le porte di una società segreta, la Night School, di cui fanno parte
i membri più importanti del collegio.
Episodi inquietanti accadono nella scuola, fino alla morte di una studentessa durante il
ballo. Allie cercherà di scoprire quali sono i segreti della Cimmeria e si renderà conto
che anche la sua famiglia le nasconde qualcosa...
Suspense assicurata.

giovedì 14 novembre 2013

Un regalo per sempre



Un nuovo consiglio di lettura: "Un regalo per sempre" di Melissa Hill.
Le vite di tre donne si incrociano a Lakeview, una piccola cittadina
dell'Irlanda.
Jess, donna in carriera ossessionata dall'idea di avere un figlio; Ruth,
star della tv che si scopre incinta dopo una notte trascorsa con il più famoso
playboy di Hollywood; Nina, che ha perso fidanzato e lavoro, ma si ritrova
con un bimbo in grembo.
Dove le porteranno le loro scelte? Riusciranno a superare le difficoltà e a seguire
il loro cuore?

venerdì 8 novembre 2013



Ho lottato invano. Non c'è rimedio.
Non sono in grado di reprimere i miei sentimenti.
Lasciate che vi dica con quanto ardore io vi ammiri e vi ami.

Jane Austen, da "Orgoglio e pregiudizio".
 
da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/aforismi/amore/frase-134849?f=w:279>

lunedì 4 novembre 2013

Il mio disastro sei tu






Vi avevo già parlato del libro "Uno splendido disastro" di
Jamie McGuire e di come mi avesse conquistata; "Il mio
disastro sei tu" narra la stessa storia del precedente volume,
ma dal punto di vista del protagonista maschile, Travis.
Che dire, ho adorato anche questo: si conoscono nuovi aspetti
del ragazzo, della sua vita prima di conoscere Abbie, della sua famiglia
e, soprattutto, si comprendono ancora di più i sentimenti che prova per la
ragazza. Travis è irresistibile :) e lo è anche questo romanzo. Consigliatissimo.