}

martedì 7 agosto 2012

Un estratto da "Un inverno a Klamath Falls":

Uscita dalla mensa, Abbie volle sapere ogni particolare della conversazione tra me e Mike, naturalmente. Le confessai che mi sentivo del tutto disorientata.
<<Già, si vede, non ti ho mai vista così>> , mi disse.
Mi domandò poi se gli avessi chiesto spiegazioni su quello che era successo a Seattle.
<<No, quando vorrà me ne parlerà lui>>, le risposi.
<<Sei completamente cotta! Ti fidi fino a questo punto?>>.
<<Sì, non mi sta mentendo…>>.
<<Stai attenta, comunque, tu tendi a dare troppa fiducia alle persone>>.
<<Dai, Abbie, mi fai sembrare Cappuccetto Rosso!>>.
Le dissi che dopo scuola io e Mike ci saremmo visti.
<<Tua madre non sarà molto contenta…>>.
<<Lo so, infatti non ho intenzione di dirglielo per il momento>>.
Abbie fece una smorfia incredula: non mentivo spesso a mia madre, ma mi rendevo conto che si sarebbe preoccupata sapendo del mio interesse per Mike, dato che tutti in città credevano fosse uno da evitare.
Salutai Abbie, che aveva biologia, e raggiunsi l’aula di francese; non riuscii assolutamente a concentrarmi, pensavo a quello che sarebbe successo il pomeriggio, a cosa avrei detto a Mike. Avevo paura che, trascorrendo del tempo con me, mi avrebbe trovata noiosa. Dopotutto veniva da una grande città, probabilmente a Seattle aveva una vita movimentata, cosa poteva offrirgli una ragazzina imbranata di Klamath Falls? Ma, nonostante le preoccupazioni, ero impaziente di rivederlo e di trascorrere il pomeriggio insieme a lui, a raccontargli della mia vita e a chiedergli della sua.

2 commenti:

  1. Ciao Silvia,
    ho scoperto il tuo blog trovando un "mi piace" riguardo un mio breve racconto su Alboautori.
    Ho avuto modo di scoprire una così giovane autrice: complimenti hai già pubblicato molto e quello che ho letto è molto bello!!
    Anche io come te amo scrivere e proprio oggi ho proposto un'altra breve storia ad Alboautori.
    Non abbandoniamo mai la nostra passione e i nostri sogni!
    Ciao, ti aspetto sul mio blog se vorrai:):)

    RispondiElimina
  2. Ciao, grazie mille! Sei davvero gentile. Adoro scrivere e sto cercando di pubblicare il mio secondo romanzo. Di sicuro non mollerò mai, i sogni vanno inseguiti. Grazie ancora e in bocca al lupo per i tuoi lavori :)

    RispondiElimina