}

martedì 17 aprile 2012

Da "Un inverno a Klamath Falls":

Sarei andata a Seattle con Mike, non ci potevo quasi credere. Per tutta la cena non riuscii a smettere di ringraziare i miei genitori, ero troppo felice. Mike non fu da meno, non fece altro che rassicurare mia madre e mio padre dicendo che si sarebbe preso cura di me ogni momento e non c’era motivo per non credergli, visto che già adesso si prendeva cura di me, sempre.

Nessun commento:

Posta un commento